This is Photoshop's version of Lorem Ipsn gravida nibh vel velit auctor aliquet.Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci. Proin gravida nibh vel veliau ctor aliquenean.

FOLLOW ME ON INSTAGRAM

+01145928421
mymail@gmail.com

Dire che l’impatto dell’emergenza Covid-19 a livello personale, sociale, economico, politico, psicologico è enorme è scontato, la crisi Coronavirus finirà (o forse è già) sui libri di storia e sarà ( o forse è già) motore di cambiamenti fortissimi nei nostri stili di vita e probabilmente nel nostro stesso approccio alle relazioni sociali. Quali saranno però questi cambiamenti è molto difficile dirlo ora, proprio perché l’impatto è talmente forte sul nostro stile di vita che è veramente arduo intuire quali saranno le reazioni delle persone (prima che dei consumatori) per adattarsi al nuovo ambiente. Tali reazioni saranno sicuramente, come sempre, influenzate dalla cultura, dalla storia, dalle caratteristiche delle diverse popolazioni e probabilmente saranno diverse nei diversi contesti geografici e sociali. Nella mia personale opinione l’emergenza Covid ha 2 facce: una rivolta al futuro ed una al passato. Nella faccia rivolta al futuro il

L’emergenza Covid-19 ha accelerato la spinta sul fronte digitale, ma ha di fatto confermato che la relazione diretta e personalizzata con il cliente è fondamentale. Quali strategie promozionali stanno implementando le aziende del retail per porre le basi di un nuovo rapporto con i consumatori? A fronte di una contrazione del giro d’affari, come ottimizzare gli investimenti in comunicazione nel post lockdown? Quali driver per aumentare la loyalty? Questi i temi del webinar che si terrà venerdì 29 maggio alle ore 10.00. Partendo dall’anteprima dei dati emersi dall’indagine realizzata da Promotion Magazine, Amagi e Retail Institute Italy su strategie di marketing e investimenti, approfondiremo il tema a pochi giorni dall’avvio della fase2. Interverranno: • Daniele Cazzani, Head of Promotions and Customer Experience, Salmoiraghi&Viganò • Simone Pescatore, Head of Marketing and Communications, Bennet • Paolo Porcelli, Direttore Commerciale Italia ed estero,

 Gli italiani ritornano ai negozi. Soprattutto a quelli di bricolage, di animali, per la pulizia della casa, alle librerie. A dirlo è l’Osservatorio Stocard che fotografa l’andamento dei principali settori merceologici, grazie all’applicazione che consente di digitalizzare tutte le carte fedeltà nel proprio smartphone, nella settimana tra il 4 e l’11 maggio. L’indagine si è concentrata sugli acquisti degli italiani nella prima settimana della Fase 2 e nell’ultima di lockdown (27 aprile-3 maggio). Incrociando poi questi dati con gli acquisti della settimana precedente allo scoppio dell’emergenza. Nel mondo del bricolage, le vendite sono tornate quasi ai livelli pre-Covid 19, ma anche nelle librerie, nei negozi di animali e per la pulizia della casa, nei negozi per l’infanzia e per l’elettronica di consumo. Meno sostenuti gli acquisti nei supermercati, che di fatto non si sono mai fermate. Gli italiani hanno ripreso a

L'appuntamento con MPV e POPAI Award viene rimandato al 2021 ecco la sintesi del comunicato ufficiale “Nel contesto attuale, la fiera commerciale MPV (Marketing Point of Sale) e il concorso POPAI AWARDS PARIS non potranno svolgersi neppure nelle date di posticipo annunciate (ovvero dal 26 al 28 maggio 2020). Reed Expositions France, in accordo con POPAI France, annuncia che questi due eventi si terranno nel 2021” Il tradizionale appuntamento con tutto il mondo del POP è quindi rimandato all’anno prossimo; sarà l’occasione per ritrovarci con tutti i protagonisti del nostro settore in una edizione veramente speciale, nella quale saranno in mostra tutte le più belle soluzioni espositive dell’ultimo biennio.

Finalmente da  lunedì 18 maggio, possono riaprire i ristoranti, ma si dovranno rispettare precise procedure di salvaguardia della salute, fondamentali per noi tutti. Per aiutare i ristoratori a riaprire, soprattutto quelli con numero di coperti limitato, e i clienti a frequentarli in piena sicurezza, abbiamo introdotto nel nostro catalogo Safety kit una soluzione studiata appositamente per i ristoranti: Safety kit Ristorazione, un pannello in plexiglass montato su una struttura di acciaio, provvista di ruote, per poterlo facilmente spostare da un lato all’altro del locale. Il prodotto consente la divisione fra i tavoli, mantenendo l’atmosfera sociale del ristorante e la tutela della salute di tutti i clienti. Puoi scaricare subito il catalogo completo Espo Safety Kit  cliccando sul link: https://www.espocartotec.com/wp-content/uploads/2020/05/SAFETY-KIT-Catalogo-Completo13_05-1.pdf  

Il Covid-19 ha cambiato le nostre vite, e continuerà a cambiarle per molto tempo ancora. Molti retailer e molti produttori sono precipitati in un Futuro che non pensavano nemmeno gli appartenesse: come rstoranti di lusso, che hanno dovuto ripensare le catene di valore passando da luoghi esclusivi in abito da sera a takeaway con app di consegna a domicilio; come qualsiasi rosticceria Ma a settare la nuova Normalità non sono solo le norme di sicurezza o le imposizioni dei governi. Sono cambiati anche i consumatori: i loro gusti, le loro priorità, i loro sogni e i loro bisogni. Il cervello di ognuno di noi sta riordinando il nuovo modo di guardare al quotidiano, passando dalla ricerca dell’opzione “più gratificante” a quella “meno stressante”. Il mondo, insomma, è cambiato. Ora tocca a noi cambiare insieme a lui. Vincerà chi saprà innovare,

Il 14 maggio 2020 dalle 09.45 alle 12.45 si terrà il webinar “Green Retail: il negozio sostenibile” Retail Institute Italy inaugura così un nuovo percorso tematico, che sarà declinato tra fisico e virtuale, attraverso attività formative, pillole periodiche, focus all’interno degli appuntamenti principali, per creare opportunità di aggiornamento, informazione e confronto e, per supportare concretamente le aziende dei diversi settori del retail nell’individuare soluzioni e strumenti per la realizzazione di un’economia circolare. In questo primo webinar, affronteremo il tema della sostenibilità in-store, dagli scenari ai materiali utilizzati nello sviluppo del concept, alle azioni di “education” verso i consumatori e i dipendenti. Interverranno: Marco Zanardi, Presidente Retail Institute Italy; Massimo Duroni, Architetto. Saranno presentate delle case history a supporto dei diversi argomenti trattati. Per informazioni: segreteria@retailinstitute.it

Quale sarà l’impatto sui consumi ? E quali sono i trend della fase post-Covid? Se lo è chiesto Bain & Company, società di consulenza internazionale. I retailer dovranno ripensare ed “attualizzare” la loro risposta alla nuova-normalità che ci aspetta, riscontra Andrea Petronio, partner della società. Sono 6 le tendenze di consumo che si stanno delineando 1) Compra online. . Il lockdown ha incentivato la spesa online ma, se il fermo terminerà, il ricorso all’e-commerce invece rimarrà. 2) Compra italiano. attenzione alla provenienza e al Km zero, vissuto oltre che come garanzia di freschezza e salubrità, anche in termini di solidarietà con la comunità di appartenenza 3) Condividere è bene. Continuerà la solidarietà, e i consumatori saranno particolarmente attenti al ‘non essenziale’, incrementando il ricorso alla sharing economy, a beneficio anche di un pianeta che “respira meglio/meno inquinato”. 4) Insieme è bello. La vita in famiglia ha fatto riscoprire alcune

Con piccoli accorgimenti quotidiani si può costruire una barriera per arginare la diffusione del coronavirus. Nei supermercati finlandesi è in test una maniglia per l’apertura a braccio delle vetrine refrigerate. I murali frigo, nei punti vendita più moderni e attenti all’ambiente, sono infatti chiusi come lo sono gli scomparti dedicati ai surgelati. Per acquistare la merce al loro interno, come un vasetto di yogurt o una bottiglia di latte, è quindi necessario aprirli, toccando la maniglia: un’azione banale, ma di questi tempi osservata speciale. Su quella superficie, infatti, potrebbe trovarsi il coronavirus e se una persona dopo aver usato la maniglia si dovesse portare la mano agli occhi o alla bocca correrebbe il rischio di essere contagiata. La nuova maniglia vuole evitare questo: è stata studiata per permettere l’apertura con l’avambraccio, rendendo l’operazione più igienica e sicura, una sorta di

L’emergenza COVID-19 non deve e non può immobilizzare le nostre attività quotidiane e commerciali e allo stesso tempo dobbiamo salvaguardare la salute di tutti noi. E&C ha deciso di  utilizzare la propria esperienza di attività nei punti vendita per creare una serie di strumenti utili ed efficaci che possano aiutare e proteggere, in questo momento di emergenza, gli operatori delle catene distributive, delle farmacie e di tutti i punti  vendita: Espo Safety Kit *Consente lo shopping in sicurezza in qualsiasi punto vendita *Protegge dai contatti diretti rimanendo visibili e disponibili *Progettato da esperti di Shopper Marketing e prodotto con materiali di alta qualità *Protegge gli operatori e tutela i consumatori *Personalizzabile con il logo della vostra attività Scarica subito il catalogo completo Espo Safety Kit premendo cliccando sul link: https://www.espocartotec.com/wp-content/uploads/2020/04/SAFETY-KIT-Catalogo-Completo-def..pdf E&C vuole ringraziare medici e infermieri che stanno lavorando per salvaguardare la vita dei ns cari ma anche tutti

Niente più spesa sotto l’ufficio durante la pausa pranzo, né spesa mentre si rientra a casa dopo una giornata di lavoro. In questo periodo di quarantena, gli italiani hanno dovuto modificare le abitudini d’acquisto. Uno su quattro ora fa la spesa al supermercato solo una volta al mese (+124% rispetto al periodo pre-Covid), disincentivati dalle code e dal timore del contagio. Questi i risultati dell’ultima indagine condotta dall’Osservatorio Stocard che ha confrontato le spese effettuate in iper e supermercati nelle quattro settimane comprese dal 16 marzo al 12 aprile con il mese precedente allo scoppio dell’emergenza sanitaria, dal 20 gennaio al 16 febbraio. La fotografia ha tracciato circa 7,3 milioni di italiani, mostrando come i cittadini abbiano ridotto la frequenza con cui si recano nei negozi della grande distribuzione: da una media di 6,6 acquisti mensili registrati tra gennaio e

Nel complesso, continuano ad aumentare le vendite della grande distribuzione. Ad affermarlo sono l’analisi Nielsen e lo studio Iri, relativi alla prima settimana di aprile. Le vendite nella settimana dal 30 marzo al 5 aprile hanno fatto segnare un +2,2%, risultato in linea con quello dei sette giorni precedenti. Gli acquisti online di prodotti di largo consumo sono aumentati del 158%, ritmo leggermente inferiore rispetto a quello della settimana precedente. Il trend positivo si registra nei liberi servizi (da +31% a +36%), nei supermercati (da +14% a + 20%) e nei discount (da+5% a + 13%). Il calo delle vendite riguarda invece gli specialisti drug e gli ipermercati (da -16% a - 20%). Continua il calo dei format Cash & Carry, sul quale pesa la chiusura del canale horeca. Nielsen evidenzia inoltre l’andamento negativo per le specialità pasquali, condizionate dal

In questo periodo di emergenza nazionale crediamo che gli auguri di Pasqua abbiamo un significato particolare ; Pasqua è la festa della Resurrezione, che deve essere di ispirazione per noi tutti in questo momento. La volontà , l’orgoglio e l’intraprendenza degli italiani sono sempre emersi nei momenti più difficili, Il nostro Paese si è sempre rialzato dalle prove peggiori a cui la storia lo ha sottoposto, ci rialzeremo anche questa volta. Buona Pasqua a tutti, augurandoci che questo periodo porti ottimismo e serenità nelle nostre famiglie #iorestoacasa #andratuttobene

7 ore • 7 ore fa    “L’Italia nel tempo sospeso”: dopo tre settimane da una prima valutazione TradeLab e Metrica Ricerche tornano per capire “come gli Italiani stanno affrontando l’attuale situazione di ‘sospensione della normalità’ e sulle loro attese per il futuro”. La ricerca vaglia diversi aspetti, ci soffermiamo al rapporto con i consumi e al retail. Acquisti online. In tre settimane, raddoppia la propensione dei cittadini a effettuare acquisti online. Negozi di vicinato in grande spolvero per tutte le fasce d’età adulte e una nuova scoperta per i giovanissimi della Generazione Z. Farmacie. L’emergenza ha reso più evidenti le doti di servizio delle farmacie sul territorio agli Italiani è piaciuto. Centri commerciali. Qui gli animi si dividono tra chi non vede l’ora che riaprano per ricominciare a fare shopping, mangiare nei ristoranti e viverli come luoghi sociali (37%) e chi

 Il terrore del contagio cambia il modo di acquistare e consumare e spinge i prodotti confezionati. Nei supermercati i consumatori tornano a preferire gli alimenti resi sicuri dagli imballaggi e tralasciano i prodotti sfusi, esposti alla contaminazione invisibile. Le regole igieniche imposte dal contagio per coronavirus spingono anche la plastica usa-e-getta. Ma non tutta la plastica. Sono ancora in difficoltà di mercato i bicchierini e le posate di plastica. Se gli alimenti sfusi — quelli da raccogliere nel sacchettino e con il guanto e da pesare — erano percepiti come più naturali e sani, oggi sembra accadere il contrario: nei supermercati i consumatori sembrano preferire i cibi imballati, i quali vengono percepiti come più sani, igienici e più duraturi nel frigorifero, mentre quelli esposti all’aria sono percepiti come meno igienici, a rischio contaminazione e meno durevoli per le lunghe conservazioni

In questo momento difficile un grazie di cuore va a tutte le persone che ogni giorno vengono a lavorare in #EspoeCartotec permettendo alla nostra azienda di continuare a supportare l’attività dei nostri clienti Durante l’emergenza Covid-19 abbiamo scelto di rimanere operativi, rispettando severamente tutte le procedure richieste dal Ministero della Salute; ogni contatto con i clienti è sviluppato online, senza rischi per la salute, mantenendo il livello di servizio che ha sempre caratterizzato Espo & Cartotec I nostri stabilimenti sono regolarmente aperti e i trasporti sono attivi Questa scelta però è stata resa possibile grazie alla passione, alla responsabilità e al senso etico e civico di tutto il nostro personale, che vogliamo ringraziare una volta di più, in questo momento di emergenza nazionale. #grazieatutti #andratuttobene