This is Photoshop's version of Lorem Ipsn gravida nibh vel velit auctor aliquet.Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci. Proin gravida nibh vel veliau ctor aliquenean.

FOLLOW ME ON INSTAGRAM

+01145928421
mymail@gmail.com

Un quarto dei consumi cosmetici in Italia è generato da prodotti naturali e sostenibili. Un segmento molto interessante e promettente che, visto il crescente interesse dimostrato dai consumatori, spinge numerose aziende a muoversi in questa direzione proponendo al mercato formulazioni bio o prodotte con un basso impatto ambientale. Secondo un’indagine di Cosmetica Italia, l’associazione di categoria, infatti, l’anno scorso la spesa per questo tipo di prodotti ha registrato un valore superiore ai 2,6 miliardi di euro, in aumento del 12,6% rispetto al 2019 con un fatturato di oltre 1,8 miliardi di euro, il 16% del fatturato totale dell’industria cosmetica nazionale, e in crescita dell’11,7% rispetto al 2019. Più del 40% degli acquisti viene effettuato nella grande distribuzione; seguono le farmacie e parafarmacie (14,8%) e le erboristerie (14,2%). Tra i prodotti più richiesti, invece, spiccano quelli per viso e corpo (41,1%), per l’igiene personale

In occasione della Giornata mondiale dell’alimentazione, annunciati cinque nuovi firmatari del Patto contro lo spreco alimentare, che portano il numero delle aziende aderenti a 28 in totale. Nel corso del 2022 Eridania, Gruppo Orsero, Kellogg Italia, Penny e Riso Scotti sono entrati ufficialmente a far parte dell’alleanza virtuosa promossa dall’app anti-spreco, impegnandosi con obiettivi chiari contro questa problematica. L’intento del patto è quello di coinvolgere enti, aziende e supermercati attraverso azioni concrete e di sensibilizzazione, per un approccio a tutto tondo che porti un impatto sempre maggiore contro lo spreco alimentare, in azienda ma anche tra i consumatori. Gli impegni si basano su cinque punti fondamentali: etichetta consapevole, azienda consapevole, consumatore consapevole, supermercato contro lo spreco, fabbrica contro lo spreco. L’”Etichetta consapevole” invita i consumatori a verificare la qualità degli alimenti dopo il termine minimo di conservazione. Tramite “Azienda consapevole” e “Consumatore consapevole”, le aziende si attivano per

DIVA – Display Italia Viscom Award, è il concorso dedicato al mondo del P.O.P, del display design, dell’arredo espositivo e allo shopfitting. È organizzato dalla rivista Display Italia in collaborazione con Viscom Italia , si svolge dal 13 al 15 ottobre 2022 all’interno della 33^ edizione di Viscom Italia, fiera della comunicazione Visiva. Nei pad 8/12 di Fieramilano (Rho) Il contest – giunto alla dodicesima edizione- mette in mostra le migliori soluzioni espositive italiane per il punto vendita. Nell’ambito della competizione, le aziende concorrenti avranno l’opportunità di essere votate dal pubblico dell’evento e da una giuria tecnica composta da trade marketing manager e retail managerQuest’anno abbiamo voluto partecipare con una delle nostre soluzioni progettate per migliorare la sostenibilità ambientale: il pallet totalmente in cartone GreenPal che potrà così essere presentato a tutti gli operatori del settore In bocca al lupo GreenPal ! #espoecartotec #theemotionsfactory #emotionsdrivesales #blogtef #greenpal #viscom #divaaward #displayitalia

Giunto alla sua XI edizione, il Summit nasce come momento di confronto aperto tra il top management del mondo del retail e dell’industria. Un incontro che raccoglie il pensiero di prestigiosi studiosi, opinion-maker e professionisti in un contesto esclusivo: una pausa produttiva nella routine del business as usual, volta ad individuare una roadmap strategica condivisa, sui temi di maggiore impatto per il futuro. IL TEMA 2022: REIMAGINE RETAIL Gli avvenimenti degli ultimi due anni hanno avuto pesanti conseguenze su tutti i livelli: economico, sociale e politico. E mentre nel quotidiano si devono fronteggiare difficoltà quali carenza di materie prime, aumento dei prezzi e interruzioni della catena di approvvigionamento, allo stesso tempo si rivalutano le strategie per dare forma ad una nuova era dello shopping. Una “doppia T” costituisce il motore del cambiamento: Tecnologie & Talenti. Ed un nuovo modello di leadership sarà forse