This is Photoshop's version of Lorem Ipsn gravida nibh vel velit auctor aliquet.Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci. Proin gravida nibh vel veliau ctor aliquenean.

FOLLOW ME ON INSTAGRAM

+01145928421
[email protected]

Fuze Tea è sorprendentemente unico: un’inaspettata fusione tra il gusto del tè e della frutta con una nota erbale o floreale. L’incontro di questi ingredienti, ti invita a dedicarti un delizioso appuntamento con te stesso.   #Fuzetea #BlogTEF #Emotionsdrivesales #espocartotec #theemotionsfactory #fusioniinaspettate  

Temporary store e pop-up prendono possesso delle vetrine nelle vie dello shopping. Spazi liberi da brand che hanno cambiato strategia o che non trovano inquilini, ma anche gestiti tout court con questa nuova formula di affitto. È un fenomeno che interessa le vie centrali delle principali città turistiche, in genere caratterizzate da flussi importanti, a causa del momento di incertezza che stiamo vivendo e della mancanza di liquidità. Il trend rileva una domanda in netta crescita, mentre l’offerta rimane scarsa. «Il temporary store prende piede, molti brand non vogliono investire con una ottica di medio termine – racconta Eugenio Amati di Eda Res –. Non si tratta di un negozio temporaneo nel senso letterale del termine, ma di uno spazio che può trasformarsi in store definitivo dopo 6-12 mesi di contratto». Più facile rescindere un affitto dopo i 12 mesi Il fenomeno si registra più

Questa volta parliamo dello Adv Table! È un prodotto che dispone di un duplice servizio al consumatore: la comunicazione (di prodotti, pubblicità, promozioni, menu, etc.) e la ricarica dello smartphone. Questo con un occupazione di spazio molto limitata quindi molto indicato per Profumerie, Farmacie, Tabaccai, e soprattutto Banconi Bar e tavoli dove la permanenza del cliente permette di sfruttare la ricarica al meglio. Gli Adv Table sono anche touch screen quindi possono essere utilizzati come menù sui tavoli Sono wifi e possono ricaricare anche wireless #Intertouch #BlogTEF #espoecartotec #emotionsdrivesales #theemotionsfactory #tableadvertising [video width="1920" height="1080" mp4="https://www.espocartotec.com/wp-content/uploads/2022/01/IT_Table-Advertising-8.mp4"][/video]  

L’industria italiana del packaging sta crescendo da diversi anni in modo costante, confermando che gli imballaggi sono ormai parte essenziale dell’identità e della reputazione di un marchio, nonché efficaci strumenti di marketing. In particolare nell’ultimo biennio, molte aziende hanno definitivamente acquisito la consapevolezza che un pack con determinate caratteristiche può aggiungere valore al prodotto. Una visione strategica che anche nell’anno appena iniziato sarà centrale nello studio e nella realizzazione del packaging in ogni settore. Proviamo a immaginare quali saranno le tendenze 2022:ESPERIENZA Il packaging sarà sempre più un elemento in grado di regalare un’esperienza, arricchendo e completando l’acquisto. Spazio dunque a imballaggi personalizzati con materiali e decorazioni d’impatto, meglio se brandizzati con il logo dell’azienda. FUNZIONALITÀ Design ed estetica ma soprattutto funzionalità. Basta con gli imballaggi belli ma difficili da aprire. La richiesta viene direttamente dai consumatori: il packaging va oggi progettato all’insegna di semplicità, razionalizzazione

Si chiude il 2021 e, facendo un recap dell’anno con Tiendeo, si scoprono le dieci tendenze di consumo che hanno caratterizzato l’anno passato e quelle che, continueranno nel 2022 Prodotti locali Localismo a tutta birra, il 50,5% delle ricerche di birra effettuate dagli italiani sono infatti relative a brand nazionali. Secondo in classifica il cioccolato: il 77% delle marche presenti nei cataloghi dei punti di vendita nazionali sono marche italiane. Aldilà di birra e cioccolato, i prodotti locali continueranno ad essere in cima ai pensieri degli italiani, ovviamente nei freschi ma anche nei confezionati. Frutta, verdura e prodotti vegani Sempre più flexitariani, i consumatori limitano i consumi di carne, -38% dal 2019 a oggi, e aumentano quelli di ortofrutta e di prodotti a base vegetale o vegani. I dati ci dicono che la ricerca di frutta e verdura è aumentata del 59%, Riprende il traffico