This is Photoshop's version of Lorem Ipsn gravida nibh vel velit auctor aliquet.Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci. Proin gravida nibh vel veliau ctor aliquenean.

FOLLOW ME ON INSTAGRAM

+01145928421
[email protected]

La ricerca Sap realizzata insieme a Qualtrics si è concentrata sui comportamenti d’acquisto e sulle percezioni dei consumatori in 5 aree, food, automotive, moda, utilities e trasporto pubblico. Il 44% degli italiani considera la sostenibilità un tema molto importante e mostrano sempre più interesse a conoscere le buone pratiche dei brand. A tracciare il quadro è uno studio Sap realizzato insieme a Qualtrics per conoscere la percezione degli italiani sulla sostenibilità. La ricerca si è concentrata sui comportamenti d’acquisto e sulle percezioni dei consumatori in 5 aree, food, automotive, moda, utilities e trasporto pubblico, e ha analizzato alcuni elementi specifici come la trasparenza, la conoscenza delle strategie e delle iniziative adottate dai brand, la disponibilità a pagare di più per prodotti sostenibili e a far parte di una community. Dal food al fashion all’automotive: per gli italiani la strada verso la sostenibilità deve proseguire dritta. Nell’ambito del

La nuova partita della moda si gioca sempre di più sui materiali alternativi alla pelle. Gucci ha appena annunciato di aver sviluppato un materiale considerato dalla maison “rivoluzionario”, risultato di due anni di lavoro che, cita la nota del gruppo, “combina alta qualità e scalabilità, unitamente a un ethos sostenibile”. Il materiale si chiama Demetra ed è stato creato, si legge in una nota, utilizzando le stesse competenze e processi impiegati per la concia, ma la sua composizione è quasi esclusivamente vegetale: è costituito in prevalenza da fonti di origine vegetale (sostenibili, rinnovabili e bio-based) che rappresentano fino al 77% delle materie prime impiegate. Tra gli elementi che lo compongono c’è la viscosa e la cellulosa provenienti da foreste gestite in modo sostenibile e il poliuretano bio-based, anch’esso proveniente da fonti rinnovabili. Interamente made in Italy, è realizzato nelle fabbriche di Gucci del Gruppo

Torna Retail Tomorrow, l’evento di Retail Institute Italy dedicato all’innovazione e alle nuove tecnologie nel settore Retail. Un think tank d’eccezione rivolto a chi vuole immergersi nel futuro del Retail, aprirsi alle intuizioni, confrontarsi con i pionieri del cambiamento, per comprendere come approcciare i mutamenti che influenzeranno le attività nei prossimi anni, le strategie da mettere in campo, i modelli da adottare per affrontare gli scenari futuri. L’edizione 2021 si svolgerà in 2 capitoli: Chapter One il 30 giugno in versione digitale e Chapter Two il 18 novembre, on-site e in live streaming. Innovazione e sostenibilità orientano il futuro del Retail. Il Retail diventa sempre più «SMART» per cogliere gli interessi e le esigenze di ogni singolo cliente. La sostenibilità rappresenta una straordinaria opportunità di innovazione così come di relazione con il cliente e richiede di ripensare prodotti, logistica, negozi, servizi. Per mantenere alto il livello di competitività su questi

Fin del primo registratore di cassa installato in un negozio o dell’avvento del barcode, è sempre la tecnologia a fare la differenza tra sviluppo e recessione. Oramai, le leve strategiche del business sono considerate la sostenibilità, l’innovazione, la tecnologia. Ne è convinto Retex, gruppo fondato a Milano nel 2010 che lavora per trasformare le esigenze e le richieste dei retailer in un vantaggio competitivo. La mediazione culturale Partner ufficiale di WeChat in Europa, Retex aiuta anche i brand occidentali a promuovere il business nel mercato cinese attraverso una corretta profilazione del target, una gestione della comunicazione, la mediazione culturale, la pianificazione pubblicitaria, la realizzazione di customer experience personalizzate. Ma come uscirà il settore dalla crisi della pandemia? Quali sono i driver di crescita che si intravedono nel futuro? Per Economia Pro, Retex analizza quattro settori particolari: la gdo, la moda, il food & beverage, il

Dopo diversi posticipi è stata finalmente fissata la data dell’edizione 21 del Salon du Marketing au Point de Vente di Parigi, all’interno del quale si svolge tradizionalmente il Popai Award, riconosciuto in tutto il mondo come la più grande vetrina di soluzioni di marketing nel punto vendita. La pandemia aveva costretto prima al posticipo e poi all’annullamento dell’edizione 2020, quindi la manifestazione di quest’anno sarà particolarmente ricca di spunti , perché raccoglierà tutte le più belle soluzioni espositive degli ultimi 2 anni Espo & Cartotec parteciperà al POPAI Award con ben 3 progetti di isole Promozionali Ferrero, Coca Cola e Mumm; la nostra creatività si confronterà con i migliori progetti di In-store marketing europei. Il concorso di Parigi è considerato il più importante d’Europa nel suo genere ed è un vero concentrato di innovazione, ma più che una "vetrina", è un luogo di